il foglio 
Mappa | 20 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

  menu
 ::  editoriali
 ::  bibbia
 ::  chiesa
 ::  documenti
 ::  etica
 ::  filosofia
 ::  lettere
 ::  mondo
 ::  pace-nonviolenza
 ::  poesia
 ::  politica
 ::  recensioni
 ::  scienza
 ::  società
 ::  storia
 ::  teologia
 ::  zibaldone
 :: home
 :: indici analitici
 :: solo online

 Ricerca
  

 in libreria

Enrico Peyretti

Il diritto di non uccidere

IL MARGINE


Conversazioni di

Giuseppe Barbaglio e

Aldo Bodrato

QUALE STORIA A  PARTIRE DA GESU'?

ESODO Sevitium


Aldo Bodrato

L'avventura della Parola

Affatà Editrice


Enrico Peyretti

Dialoghi con Nortberto Bobbio 

Claudiana


Enrico Peyretti

Il bene della pace. La via della nonviolenza

Cittadella


Enrico Peyretti

Elogio della gratitudine

Cittadella


  teologia

 376 - Il Nobel per la medicina e il Vaticano

 

In nome della natura

 

La perplessità e le critiche espresse da autorevoli giornali cattolici e da alcuni portavoce della curia romana sull'assegnazione del Nobel per la medicina all'iniziatore della ricerca sulla fecondazione artificiale, invitano ad alcune riflessioni.


>> Leggi.....

 375 - FEDE E IDOLATRIA

 

O DIO O MAMMONA

 

Il termine «mammona», nei libri deuterocanonici e nelle raccolte della letteratura giudaica successiva ai tempi di Gesù, ha un significato generico di «denaro», «ricchezza», senza nessuna delle connotazioni negative di idolatria che Gesù gli attribuisce in Mt 6,24 e Lc 16,13: «Nessuno può servire due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e mammona». Luca modifica la prima espressione aggiungendo la parola “servo”: «Nessun servo può servire…».


>> Leggi.....

 373 - L’UMANITÀ DI DIO/6

 

PRIMA LA SALVEZZA, POI LA BONTÀ

Un uomo può essere felice e salvo senza essere buono? E buono senza essere felice e salvo? Alcuni distinguono fra valori tout court (non morali, o non direttamente morali) come ad es. la salute e lo star-bene, e valori morali (che richiedono un impegno assiduo, una scelta etica performante, una solida opzione fondamentale) come l’essere buoni e non peccatori. Avanziamo la tesi che la salvezza offerta gratuitamente e senza condizioni da Gesù stia più dalla parte del valore non morale della “salute”, dell’essere e vivere bene, che da quelli morali del fare il bene e non peccare, che pur nella loro importanza vengono tuttavia (sùbito) dopo in seconda battuta.


>> Leggi.....

 372 - L’UMANITÀ DI DIO/5

 

C’è bisogno di Dio?

Siamo così alla domanda se ci sia o meno bisogno di Dio per la salvezza come trattata negli articoli precedenti, intesa per ora dal punto di vista della creazione, del salutare umano, senza tuttavia perdere di vista il salvifico più propriamente cristiano.


>> Leggi.....

 370 - L’UMANITÀ DI DIO/3

 

Per noi e per la nostra salvezza

Seguendo l’invito di A. Bodrato nel numero 368 del Foglio ad affrontare la rivelazione salvifica, crocefissa e amorosa di Gesù, si tratta di passare ora dalla salvezza fisica (guarigione delle malattie) a quella spirituale: ossia una salvezza integrale e integrata. Non è un caso che le guarigioni di Gesù siano storiche (comprese quelle da uno stato pessimo, moribondo, comatoso), mentre i miracoli sulla natura e le resurrezioni no: ma quest’ultimi hanno un profondo significato che testimonia il passaggio dalla salvezza corporea a quella esistenziale.


>> Leggi.....

 368 - A proposito degli articoli su natura e sovra-natura

 

NON I MIRACOLI, MA LA CROCE

 

Gli articoli di Mauro Pedrazzoli sui cosiddetti miracoli di Gesù (il foglio 364 e 365), che egli interpreta non come manifestazioni di un potere soprannaturale, ma come applicazione di forze naturali più o meno paranormali, mi inducono ad alcune riflessioni di carattere esegetico e teologico.


>> Leggi.....

 363 - In margine all’ultimo libro-intervista di Augias a Mancuso

 

Il laicista e il teologo e il rischio della gnosi

 

Fin dal commento alla presentazione torinese del libro di Mancuso, L'anima e il suo destino (Cortina 2007; il foglio n. 251), abbiamo segnalato che il pensiero del professore del San Raffaele poneva problemi teologici ormai ineludibili, ma prestava il fianco a più di una critica.


>> Leggi.....

 361 - NATURA, LEGGE ED ETICA NELLA BIBBIA / 1

 

L'utero di Dio fondamento del diritto

 

Il quadrimestrale veneziano «Esodo» ha dedicato interamente il suo ultimo numero del 2008 a un tema oggi centrale nel dibattito culturale, politico e religioso, nella chiesa e nel più ampio contesto della società non solo italiana. Si tratta del tema del rapporto tra fede, ragione e libertà di fronte alla legge e della liceità teorica e storica dell'insistito richiamo papale al “diritto naturale”, come espressione della legge di Dio e fondamento di ogni umana forma di «diritto positivo». Al numero hanno collaborato: S. Levi della Torre, C. Bolpin, P. Stefani, D. Garrone, A. Bodrato, A. Rizzi, S. Givone, M. P. Pattoni, D. Menozzi, L. Cortella, C. Molari. Riteniamo utile per i nostri lettori segnalare questo fascicolo di «Esodo» e mettere a loro disposizione l'intervento del nostro redattore, diviso in due parti.


>> Leggi.....

 361 - FUMISTERIE TEOLOGICHE
MYSTERIUM MAGNUM

In una discussione redazionale di qualche tempo fa Aldo Bodrato ha riportato un pensiero di Scoto Eriugena, di cui è stato appassionato cultore, secondo il quale «Dio non conosce se stesso come essere ma come mistero». Frase che davvero pare carica di una densità speculativa e di una suggestione linguistica non comuni. Richiesto di maggiori informazioni, Bodrato ha specificato che quelle non sono precisamente le parole originali di Eriugena, ma una formulazione riassuntiva fatta da lui e ha indicato alcuni luoghi del De divisione naturae che lambiscono questo tema, con l'avvertenza che il testo di Eriugena è un dialogo complesso fra Maestro e Allievo, poco lineare e intessuto di continue riprese e approfondimenti, con la precisazione inoltre che la parola mysterium nei passi in questione è assente.


>> Leggi.....

 360 - VANGELO E STORIA

 

È VERO PERCHÉ L’HANNO DETTO I DISCEPOLI

 

Il volume raccoglie i testi di quanto è stato discusso in due degli annuali incontri di Sant’Erasmo (VE), in cui il dibattito risulta altrettanto, se non più interessante delle relazioni dei due autori: in quello del 2003 il relatore era il compianto Giuseppe Barbaglio (prima parte del libro).
>> Leggi.....

Pagina: Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 Prossima
 
 il foglio
 ::  presentazione
 ::  redazione
 ::  abbonamento
 ::  contatti
 ::  link
 :: archivio storico [parziale]

 avviso agli abbonati

Ci risulta che alcuni abbonati non ricevono a tempo debito, o non del tutto, la copia del nostro periodico. Ce ne scusiamo precisando che tale situazione non dipende da un nostro difetto bensì dal disservizio delle Poste.


 web partner

gli anni di carta

 Il Corriere di Tunisi

Aldo Bodrato

Enrico Peyretti

Delfino M. Rosso

 


 Numeri recenti
 :: 443 - Beatitudini 2017 
 :: 443 - Nascere, vivere, morire, legiferare / 2 
 :: 441 - Per scongiurare l'ennesima Batracomiomachia / 1 
 :: 440 - L'insistita denuncia del pericolo della tentazione satanica 
 :: 435 - Catastrofi naturali e teologia 
 :: 433 - DIALOGHI IMPOSSIBILI/4 
 :: 431 - Per una teologia della misericordia / 2 
 :: 430 - Per una teologia della misericordia 
 :: 425 - Dialogo con l'Islàm/4 
 :: 424 - Il Vangelo di Marco 
 :: 421 - Dialogo con l'islàm / 1 
 :: 414 - La «legge»: dalla durezza della pietra alla convivialità della carne / 3 
 :: 415 - La legge / 4 
 :: 413 - La «legge»: dalla durezza della pietra alla convivialità della carne / 2 
 :: 412 - La «legge»: dalla durezza della pietra alla convivialità della carne / 1 
 :: 411 - Prassi e dottrina / 2 
 :: 410 - Il discorso della montagna / 5 
 :: 409 - Il discorso della montagna / 4 
 :: 408 - Il discorso della montagna / 3 
 :: 407 - Il discorso della montagna / 2 

copyright © 2005 il foglio - ideazione e realizzazione delfino maria rosso - powered by fullxml