il foglio 
Mappa | 48 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

  menu
 ::  editoriali
 ::  bibbia
 ::  chiesa
 ::  documenti
 ::  etica
 ::  filosofia
 ::  lettere
 ::  mondo
 ::  pace-nonviolenza
 ::  poesia
 ::  politica
 ::  recensioni
 ::  scienza
 ::  società
 ::  storia
 ::  teologia
 ::  zibaldone
 :: home
 :: indici analitici
 :: solo online

 Ricerca
  

 in libreria

Enrico Peyretti

Il diritto di non uccidere

IL MARGINE


Conversazioni di

Giuseppe Barbaglio e

Aldo Bodrato

QUALE STORIA A  PARTIRE DA GESU'?

ESODO Sevitium


Aldo Bodrato

L'avventura della Parola

Affatà Editrice


Enrico Peyretti

Dialoghi con Nortberto Bobbio 

Claudiana


Enrico Peyretti

Il bene della pace. La via della nonviolenza

Cittadella


Enrico Peyretti

Elogio della gratitudine

Cittadella


  politica

 362 -IL SIGNOR B. E LA DEMOCRAZIA DELL’APPLAUSO

 

Il POPOLO E LA LIBERTÀ

 

È molto significativo che il partito della libertà si chiami popolo della libertà. Per istinto, questa parte si identifica col tutto, con il popolo sovrano dell’art. 1 della Costituzione, richiamato nei discorsi del fondatore.


>> Leggi.....

 362 - REFERENDUM GUZZETTA SUL SISTEMA ELETTORALE

 

LA SOLUZIONE SBAGLIATA PER UN VERO PROBLEMA

 

Salvo eventuali rinvii, in giugno saremo chiamati ad esprimerci sul referendum riguardante la legge elettorale. Vediamo cosa prevedono i quesiti e quali conseguenze deriverebbero dalla loro approvazione.


>> Leggi.....

 361 - TRE POTENTI ILLUSIONI

 

I POLITICI ITALIANI E LA CRISI

 

C’è da restare desolati nel confrontare la gravità della crisi economica mondiale e l’inadeguatezza ad affrontarla della classe politica italiana. La crisi in atto è il risultato dello scontro tra la dura realtà e l’intreccio di tre potenti illusioni: l’illusione finanziaria, quella produttiva e quella distributiva.


>> Leggi.....

 354 - PERSONALIZZAZIONE DEL POTERE E SCREDITAMENTO DELLA LEGGE

 

B. E LA DEMOCRAZIA A RISCHIO

 

La democrazia umanistica è un progetto avviato nella storia, ma incompiuto. Ogni realizzazione storica va valutata secondo l’orientamento, sebbene graduale, che cerca di seguire. La Costituzione italiana, fondamento e programma della Repubblica, è quanto di meglio al mondo su questa via. Il carattere democratico, umanista e civile delle successive maggioranze politiche va misurato sulla nostra Costituzione.


>> Leggi.....

 353 - SINISTRE EUROPEE

 

DISCUTENDO INTORNO A UNA SCONFITTA

Allargando lo sguardo dai risultati elettorali italiani a quelli europei, possiamo vedere che la difficoltà della sinistra, sia elettorale che programmatica, non è una nostra prerogativa, né è dovuta solo ad errori di questo o quel leader, ma rispecchia una crisi più profonda e generale. Quel che dicevamo l’anno scorso sulla vittoria di Sarkozy in Francia (cfr. foglio 343) si può infatti ripetere oggi per la sconfitta della sinistra in Italia o per il tracollo laburista nelle recenti amministrative inglesi.


>> Leggi.....

 348 - BREVE STORIA DEI SISTEMI ELETTORALI IN ITALIA

 

VERSO LA RIFORMA ELETTORALE 

L’Italia è nuovamente alle prese con il dibattito sul sistema elettorale. Un tema decisamente complesso; tanto più che, piegato dagli attori politici ai più svariati interessi di parte, viene presentato all’opinione pubblica in maniera confusa, non priva di accenti ideologici. Proviamo dunque a fare chiarezza e a sgomberare il campo dai principali equivoci.


>> Leggi.....

 343 -I N MARGINE ALLA VITTORIA DI SARKOZY

 

PER LA COSTITUZIONE DI UNA NUOVA SINISTRA

La vittoria di Sarkozy alle presidenziali francesi e poi alle legislative, ripropone con forza un problema che già da qualche anno si dibatte in tutta Europa e in particolare in Italia: il superamento in politica dei concetti di destra e sinistra


>> Leggi.....

 336 - GLI ELETTORI DI PRODI

 

GLI ELETTORI DI PRODI (NON) SONO DI SINISTRA. GLI INTELLETTUALI INVECE…

 

Gli elettori di Prodi sono di sinistra? Il popolo italiano è di sinistra? Anzi: il mondo è di sinistra? Oppure tutto il mondo non è piuttosto “berlusconiano”? E ancora: quanti, in Italia e altrove, sarebbero disposti ad andare contro le sacre leggi del “mercato”, e a uscire dall’alleanza atlantica? Cioè: quanti sarebbero disposti a cambiare radicalmente il loro modo di vivere in nome della pace, della giustizia, della salvaguardia del creato?


>> Leggi.....

 335 - COSA C’È, COSA MANCA

FINANZIARIA, IL GIOCO DELLE PARTI

 

L’economista Mario Deaglio, nel corso di una recente conferenza, ha dato alcune informazioni interessanti: l’Unione Europea contribuisce ormai al prodotto mondiale in misura inferiore all’America latina «ma non ce ne accorgiamo perché siamo relativamente più pochi»; il recente accordo di collaborazione tra Cina e Angola prevede che nei prossimi dieci anni si trasferiscano in Africa circa 4 milioni di cinesi «un po’ come se in Italia accogliessimo 18 milioni di cinesi intenti a rifarci scuole, ferrovie e autostrade»; e infine che il pagamento degli stipendi pubblici in Italia e molte altre spese dello Stato sono possibili grazie alle “generose” sottoscrizioni del debito pubblico italiano da parte della Banca Centrale Cinese.


>> Leggi.....

 334 - ESTATE POLITICA: AFGHANISTAN E LIBANO

PACE CON MEZZI PACIFICI

 

Nel movimento per la pace italiano, di fronte alle vicende politiche sull’Afghanistan e sul Libano, si sono determinate due posizioni: intransigenti e “politici”. I primi, in nome di pacifismo e nonviolenza assoluti, vedono gli interventi come partecipazione alla guerra unica dell’Occidente in Asia. I secondi cercano anche vie politiche per il superamento della regola nefasta della guerra infinita, e valorizzano l’intervento Onu in Libano (diverso dai precedenti, accettato dalle parti, per la prima volta da Israele) come sostitutivo dell’azione unilaterale illegale di Usa e soci, platealmente e sanguinosamente fallita.


>> Leggi.....

Pagina: Indietro 1 2 3 4 
 
 il foglio
 ::  presentazione
 ::  redazione
 ::  abbonamento
 ::  contatti
 ::  link
 :: archivio storico [parziale]

 avviso agli abbonati

Ci risulta che alcuni abbonati non ricevono a tempo debito, o non del tutto, la copia del nostro periodico. Ce ne scusiamo precisando che tale situazione non dipende da un nostro difetto bensì dal disservizio delle Poste.


 web partner

gli anni di carta

 Il Corriere di Tunisi

Aldo Bodrato

Enrico Peyretti

Delfino M. Rosso

 


 Numeri recenti
 :: 403 - Il capo e i suoi «ragazzi» 
 :: 402 - Crisi del racconto storico e maschere del potere 
 :: 398 - È possibile un’economia democratica? 
 :: 393 - Nell’era del governo Monti 
 :: 393 - Per un nuovo internazionalismo 
 :: 392 - La tragedia del comunismo / 3 
 :: 390 - Un seminario di studio sulla «crisi sistemica» al Sereno Regis 
 :: 391 - AUTONOMIA DALLA POLITICA E PRIVILEGI DI CASTA 
 :: 387 - DOVE VA L'ECONOMIA 
 :: 382 - Uno sguardo sulla globalizzazione / 1 
 :: 381 - Libia, cuore del Mediterraneo 
 :: 381 - Non giustifico la guerra 
 :: 380 - Ben Ali e Mubarak cacciati dalle proteste in piazza 
 :: 377 - Dopo le elezioni di midterm negli Usa 
 :: 372 - ECONOMIA E POLITICA 
 :: 370 - Sulle elezioni 
 :: 369 - NON ILLUDIAMOCI CON FINI 
 :: 367 - Il Pd e la ricerca di un’identità di sinistra 
 :: 366 - CALABRESI E L’ALTRA VOCE SUL TERRORISMO 
 :: 364 - POLITICA ECONOMICA 

copyright © 2005 il foglio - ideazione e realizzazione delfino maria rosso - powered by fullxml